Statistiche

bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da Panzer Division il Mar Nov 06, 2012 7:45 pm

premesso: io non sono triestino.
sono nato a gorizia, sono residente in provincia di gorizia. non mi sento triestino, ma amo Trieste, la considero la mia città, la frequento appena posso, la conosco bene nei suoi pregi e nei suoi difetti.
e se mai non riuscirò a trasferirmi all'estero, mi trasferirò a vivere a Trieste (e quindi implicitamente in terriorio estero, come leggerete fra poco).
ora un po di storia.
nel 1947 a Parigi fu firmato il trattato di pace fra l'Italia e le forze alleate.
l'Italia dovette cedere diversi territori. e venne creato il Territorio Libero di Trieste (documentabile agli atti).
Il Territorio Libero di Trieste non è un territorio ceduto dall'Italia, ma venne costituito Stato Indipendente dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che tramite la 16-esima Risoluzione ne approvavano la costituzione-
La istituzione del TLT si trova all'articolo 21 del trattato di Parigi.

Il Territorio libero di Trieste era previsto come uno Stato neutrale di 738 km2, con circa 375.000 abitanti (264.000 italiani, 85.000 sloveni, 11.000 croati e 15.000 di nazionalità diverse). Comprendeva la città di Trieste (che ne era la capitale), a nord il litorale fino al Timavo, e a sud parte dell'Istria fino al fiume Quieto. Era noto con l'acronimo TLT.

Secondo l'articolo 21 del Trattato, il TLT sarebbe stato riconosciuto dalle Potenze Alleate e dall'Italia, e la sua integrità ed indipendenza sarebbero state assicurate dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Oltre a ciò, negli Allegati del Trattato era inserito uno strumento provvisorio di amministrazione del Territorio, in vigore fino a quando le Nazioni Unite avessero determinato l'entrata in vigore dello Statuto permanente, sempre contenuto negli Allegati del Trattato.
La mancata entrata in vigore dello Statuto permanente e la mancata nomina del governatore del TLT determinarono uno stallo che mise in dubbio fra gli studiosi di diritto internazionale l'effettività dell'esistenza stessa di uno stato denominato "Territorio Libero di Trieste", carente di uno degli elementi costitutivi per essere definito tale - la sovranità - e soggetto perennemente ad un governo provvisorio militare.
Nell'ambito di questa situazione, si svilupparono delle teorie internazionalistiche minoritarie, che ritennero che non essendo mai sorto un TLT indipendente come previsto dal Trattato di pace, l'Italia non avesse mai perso la propria sovranità su tutto il territorio[3]. Di contro, la teoria predominante considerò parimenti l'insussistenza di uno stato definibile come "Territorio Libero di Trieste" essendo quindi il territorio assoggettato a un regime di occupazione militare, senza essere nel frattempo soggetto a una sovranità statale[4]. La situazione di stallo trovò de facto una soluzione con gli accordi di Londra del 1954, e de jure definitivamente nel 1975, quando con il Trattato di Osimo Italia e Jugoslavia incorporarono formalmente le zone A e B.


Il 5 ottobre 1954 venne firmato a Londra un memorandum d'intesa in cui Italia e Jugoslavia si spartivano provvisoriamente il Territorio (testo), con il passaggio della Zona A all'amministrazione civile italiana (con alcune correzioni territoriali a favore della Jugoslavia nel comune di Muggia) e la Zona B a quella jugoslava; il passaggio dei poteri dall'amministrazione alleata a quella italiana avvenne il 26 ottobre 1954.

Da notare con molta attenzione: Trieste venne consegnata all'Italia ma solo in forma di amministrazione provvisoria senza alcuna sovranità

Nel 1975 un nuovo trattato firmato a Osimo dava copertura giuridica allo status quo tra Italia e Jugoslavia. L'ordine del giorno dell'ONU per la nomina del Governatore del T.L.T. venne quindi rimosso.

ORA:
recenti comunicazioni giunte dall'ONU e da Bruxelles dell'agosto 2012 confermano la validità dei trattati che istituiscono il Territorio Libero di Trieste e il Porto Libero (franco) di Trieste ed i diritti dei suoi cittadini.
- la 16esima risoluzione dell'Onu è ancora in vigore
- il trattato di Pace di Parigi del 1947 non è mai stato ne eliminato ne modificato

da notare molto bene: il trattato di Osimo del del 1975, che consegnava la Zona A del TLT all'Italia , come da specifica Nota del Segretario ONU, è da considerarsi ininfluente in quanto trattato bilaterale che non può modificare i dettami di un trattato internazionale come il trattato di Parigi del 1947
inoltre esiste una Pagina zero del trattato di Osimo depositato alle nazioni unite , recentemente venuta alla luce, contenente una nota del Segretariato ONU a mezzo del quale viene dichiarato che tale trattato non è da considerarsi internazionale. il trattato quindi risulta di valore legale nullo dove in contrasto con il trattato di pace di Parigi del 1947

Ne consegue che, essendo tale trattato a tutti gli effetti in vigore, il Territorio Libero di Trieste è tuttora esistente, e non fa parte dell'Italia, essendo Stato indipendente a se stante.
l'accordo di Osimo, inoltre, non è mai stato rattificato dalle potenze firmatarie il Trattato di Pace

ai cittadini abitanti nel TLT , di conseguenza vengono NEGATI i seguenti diritti
- la totale esenzione dal pagamento del debito pubblico dello stato italiano, diritto esplicitamente sancito dall'articolo 5 dell'allegato X al trattato di pace di Parigi del 10 febbraio 1947
tale articolo dice "il TLT non sarà tenuto a fornire alcun contributo per il servizio del debito pubblico italiano"

la mancanza di potere e imposizione fiscale da parte dello stato Italiano nella zona A del TLT è la diretta conseguenza della mancata sovranità italiana su Trieste
Equitalia non piuò operare a Trieste e nel TLT in virtù di un mandato ricevuto dalla Repubblica Italiana

per le opposizioni di cartelle di pagamento/riscossione di equitalia bisogna mettersi in contatto col il movimento Trieste Libera
nel novembre 2011 il Parlamento Europeo accoglie la prima petizione contro le riscossioni di Equitalia a Trieste, in quanto esplicita violazione dell'indipendenza fiscale del TLT sancita dal trattato di Pace

il 7 agosto 2012 il Commissario Europeo Semeta , rispondendo ad una interrogazione sul regime del Porto Franco di Trieste dichiara la validità dell'Allegato VIII del trattato di pace di Parigi del 1947 che definisce il il regime del porto libero di Trieste. nel suo intervento riconosce inoltre il Territorio Libero di Trieste qualche stato avente i diritti sul porto libero di Trieste

nel luglio 2011 la Commissione Europea accoglie la denuncia relativa alla violazione da parte italiana degli obblighi su Trieste da lei assunti nel Trattato di Pace di Parigi del 1947 e avvia l'inchiesta nei confronti dell'Italia.
il caso in questione è codificato col numero CASO CHAP (2011)02184

a seguito di questa azione internazionale ad oggi oltre 25 processi risultano bloccati nei tribunali italiani dai cittadini del TLT che sollevano il difetto di giurisdizione italiana su Trieste, bloccando tra l'altro i pignormaneti di equitalia nel TLT

dopo 58 anni di dominazione italiana la questione Trieste è approdata al Parlamento Europeo

spero un punto di non ritorno per il futuro di questa area geografica annichilità da ben 82 anni in totale di occupazione illegittima.

MAGGIORI INFORMAZIONI LE TROVATE SU:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
Panzer Division
Cicloprofessionaldrinker
Cicloprofessionaldrinker

Messaggi : 3166
Data d'iscrizione : 07.07.10
Località : East Coast

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da cossar931 il Mer Nov 07, 2012 9:39 pm

Interessante.
avatar
cossar931
Ciclista
Ciclista

Messaggi : 72
Data d'iscrizione : 16.05.10
Età : 30
Località : Perteole

http://cossar.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da Panzer Division il Mer Nov 07, 2012 9:59 pm

47 visite e un commento.... i bikers sono timidi Very Happy o nazionalisti.

grazie cossar per aver ravvivato questa discussione!
avatar
Panzer Division
Cicloprofessionaldrinker
Cicloprofessionaldrinker

Messaggi : 3166
Data d'iscrizione : 07.07.10
Località : East Coast

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da Bacolo il Gio Nov 08, 2012 7:36 am

lo si sapeva.. già... c'è già un gruppo (per chi usa FB) che si sta muovendo alla Corte di Giustizia Europea... ( non so perchè ma me par che xe schei butadi.. come se già vanzassi).... ciao!
avatar
Bacolo
Biker Tiralonghi

Messaggi : 1335
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 42
Località : Trieste

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da BigEyes il Gio Nov 08, 2012 7:44 am

è una cosa che sapevo da un pò pure io..
magari potesse succedere.. ma mi sa tanto che avere un territorio di trieste libera sia un pò un utopia in sto periodo....
avatar
BigEyes
Cicloprofessionaldrinker
Cicloprofessionaldrinker

Messaggi : 753
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 27
Località : Trieste

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da giuseppe il Gio Nov 08, 2012 9:02 am

@ Luca, se proprio sei interessato all'argomento, c'è Walter Sanzin del gruppo CadenaBike che è un ultras e ti potrebbe dare ulteriori ragguagli. Per contattarlo però io lo faccio tramite fb... affraid
avatar
giuseppe
Cicloprofessionaldrinker
Cicloprofessionaldrinker

Messaggi : 200
Data d'iscrizione : 29.03.11
Età : 59
Località : ronchi dei legionari

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da Shodu il Gio Nov 08, 2012 9:23 am

infatti ne stanno parlando da tempo .. sinceramente non so, io sono per il ritorno dell'impero austroungarico lol!

_________________
Trovo molto interessante la mia parte intollerante
che mi rende rivoltante tutta questa bella gente
avatar
Shodu
Mod Cazzaballe

Messaggi : 6563
Data d'iscrizione : 24.01.10
Età : 29
Località : Endoor (forest moon)

http://picasaweb.google.com/Shodu87

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da Cazzondale il Gio Nov 08, 2012 1:34 pm

Shodu ha scritto:io sono per il ritorno dell'impero austroungarico lol!
A livello di geografia economica, per Trieste, sarebbe la cosa migliore IMHO.
avatar
Cazzondale
Ciclista
Ciclista

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 27.12.10
Età : 41
Località : Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da ibeatle il Gio Nov 08, 2012 5:14 pm

Dura, molto dura, non tanto svincolare geograficamente l'area, cosa che poteva costituire un serio problema durante la guerra fredda, circostanza venuta a decadere, ma ora, il problema sarebbe di carattere fiscale.
Ogni giorno i grandi distrattori di massa televisivi ci intortano con la presunta lotta all'equità fiscale, ma chi se ne frega dei suv degli altri, la vera sperequazione è tra i cittadini e lo stato!
Figuriamoci togliere dall'elenco da spremere delle fette di territorio e persone annesse.
Voi osate mettere le mani in tasca allo stato? Pazzi!
avatar
ibeatle
Ciclista semi professionista
Ciclista semi professionista

Messaggi : 129
Data d'iscrizione : 07.11.12
Età : 51
Località : lignano sabbiadoro

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da Panzer Division il Ven Nov 09, 2012 8:45 am

concordo che il problema è quello che dice ibeatle.

però una cosa:
al momento, e stando alla legge, chi è in torto non è il TLT ma lo stato italiano.
che occupa una zona che l'europa stessa ha certificato attualmente come non soggetta alle leggi del territorio italiano.
se la legge venisse applicata correttamente, trieste non è italia nella maniera più assoluta.

nella situazione attuale c'è un tragico vizio di forma, di cui in tanti in politica sono a conoscenza, ma che nessuno osa dire per paura di ritorisioni (ovvero i ghe cava la carega)

tanto per capire:

Decreto n° 1 – disposizioni relative alle leggi vigenti

(mai abrogato)


IL COMMISSARIO GENERALE DEL GOVERNO ITALIANO PER IL TERRITORIO DI TRIESTE

Visto il Decreto del Presidente della Repubblica Italiana in data 27 ottobre 1954 ed in virtù dei poteri conferitigli:
Decreta
Articolo unico

Nel Territorio di Trieste posto sotto la responsabità del Governo Italiano continuano
ad avere efficacia le leggi, i regolamenti e gli ordini vigenti nel Territorio stesso,
salvo eventuali, successive abrogazioni o modifiche.

Trieste, 29 0ttobre 1954

Il Commissario Generale del Governo
Dott. GIOVANNI PALAMARA

è tutto ancora perfettamente in regola ed attuativo.
avatar
Panzer Division
Cicloprofessionaldrinker
Cicloprofessionaldrinker

Messaggi : 3166
Data d'iscrizione : 07.07.10
Località : East Coast

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da ibeatle il Ven Nov 09, 2012 5:54 pm

Voglio fare l'avvocato del diavolo, chiaramente visto che siamo amici lo faccio per mantenere attiva la discussione, che poi è il motivo per cui è nato il topic.
Non disponendo di un contraddittorio documentato mi rifaccio a delle supposizioni, ma non credo di andare troppo lontano dal reale stato delle cose.
Dal primo dopo guerra alla caduta del muro di Berlino, a torto o meno, si è più volte temuto che l'armata rossa piuttosto che i titini valicassero i confini, non si sapeva fino dove sarebbero arrivati, ipoteticamente fino al primo confine geografico naturale, il Tagliamento.
Politiche del terrore, deliri anticomunisti, maccartismo, si temeva la guerra totale e un conflitto nucleare pareva quasi inevitabile.
In un quadro del genere il territorio carsico godeva di caratteristiche strategiche di importanza assoluta, non solo nazionale, ma mondiale, con tutte le attenzioni del caso, comprese quelle degli alleati.
Probabilmente la mancata attuazione dei decreti che sancisco l'autonomia del territorio triestino, non è frutto della solita inedia politica, ma fu cosa voluta, gli atti furono ignorati per ragion di stato, Trieste lasciata a se stessa sarebbe stata indifendibile e sarebbe divenuta un'attrattiva fin troppo facile da cogliere, e oggi le rivendicazioni d'autonomia sareste stati costretti a redigerle in lingua slovena. Wink
Detto questo mi lascio andare ad una considerazione ancora più personale, nell'86 ho fatto il militare proprio a Trieste, e sul Carso ho imparato a difendere il mio territorio, e mi ci sono affezzionato, triestini compresi, detto da un friulano…..
avatar
ibeatle
Ciclista semi professionista
Ciclista semi professionista

Messaggi : 129
Data d'iscrizione : 07.11.12
Età : 51
Località : lignano sabbiadoro

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da Edmundo il Ven Nov 09, 2012 8:08 pm

aggiungo una considerazione che sarà anche inutile vista la situazione in cui ci troviamo.. ma se allo stato italiano non fregasse niente dell'esistenza del TLT? ed effettivamente è così che sta andando... il territorio esiste ma è come se non ci fosse, e legalmente è tutto a posto, nel senso che lo stato italiano può far quel che vuole sul suo territorio, e sul territorio altrui, ok ci son le sanzioni volendo, ma il governo può decidere di non pagarle ugualmente.

visto che, al momento, l'unica soluzione sarebbe dichiarare guerra allo stato italiano per far valere i nostri diritti direi che siamo ben lontani dal risolvere la questione
avatar
Edmundo
Cicloprofessionaldrinker
Cicloprofessionaldrinker

Messaggi : 3051
Data d'iscrizione : 22.02.10
Età : 33
Località : Aquilinia

http://www.youtube.com/user/henchidos

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da el piri il Ven Nov 09, 2012 8:33 pm

Una domanda, assolutamente non provocatoria: se anche fossimo staccati o ci staccassimo un giorno dall'Italia, che risorse avremmo noi come triestini per tirare avanti? L'unione fa la forza (teoricamente) dicono.. specialmente in periodi come questo.
avatar
el piri
Ciclista
Ciclista

Messaggi : 72
Data d'iscrizione : 22.08.12
Età : 23
Località : Mujaaaaa!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da Edmundo il Ven Nov 09, 2012 8:57 pm

Piri, tra la mirna e il timavo ci sono un sacco di cose oltre a Trieste Very Happy tipo Umago e Capodistria ad esempio Wink a Trieste c'è ancora un impianto siderurgico.. un porto non competitivo, oleodotti, centrali elettriche e poi c'è anche l'ursus lol! per il resto un sacco di terreni coltivati.. buon vino e buon olio Very Happy venite gente, venite!

ibeatle ha scritto: ma fu cosa voluta, gli atti furono ignorati per ragion di stato, Trieste lasciata a se stessa sarebbe stata indifendibile e sarebbe divenuta un'attrattiva fin troppo facile da cogliere, e oggi le rivendicazioni d'autonomia sareste stati costretti a redigerle in lingua slovena.

è vero, fu cosa voluta, ma da un altro stato.. che differenza c'è fra essere governati dall'italia o essere governati dalla jugoslavia e poi slovenia/croazia ? (che tra l'altro è quello che è successo comunque visto il tlt è infatti governato da questi tre stati)

sull'essere costretti a redigere documenti in lingua slovena nutro degli enormi dubbi
avatar
Edmundo
Cicloprofessionaldrinker
Cicloprofessionaldrinker

Messaggi : 3051
Data d'iscrizione : 22.02.10
Età : 33
Località : Aquilinia

http://www.youtube.com/user/henchidos

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da el piri il Ven Nov 09, 2012 9:08 pm

Non so quanti soldi possa raccimolare Trieste come stato a parte, per "rilanciare" una piccola economia. Non so, ma credo che non funzionerebbe. Ci sarà anche tanta roba, ma crisi xè crisi, e che sia con o senza Italia, penso che comunque tu debba vendere qualcosa o fare qualcosa per guadagnare. Ma con che soldi si paga i lavoratori se non ci sono? Con quali soldi si poterbbe riaprire il porto? E tutta Trieste non può basarsi sul commercio di vino, olio e caffè Illy dai..
avatar
el piri
Ciclista
Ciclista

Messaggi : 72
Data d'iscrizione : 22.08.12
Età : 23
Località : Mujaaaaa!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da Panzer Division il Ven Nov 09, 2012 9:59 pm

l'idea del TLT, sia in passato che ora si basa tutta sul Porto Libero di Trieste, quale motore trainante dell'economia. è scritto pure nei documenti
avatar
Panzer Division
Cicloprofessionaldrinker
Cicloprofessionaldrinker

Messaggi : 3166
Data d'iscrizione : 07.07.10
Località : East Coast

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da ibeatle il Ven Nov 09, 2012 10:43 pm

Edmundo oggi è facile dire che differenza fa essere governati da italiani o sloveni, ma quando sei nato tu ti posso assicurare che tirava tutta un'altra aria oltre confine, di li a poco sono cambiate così tante cose che riesce difficile spiegare quanto male se la passavano di la.
Il governo italiano per un buon quarantennio ha fatto la differenza eccome, ma in definitiva il decorso storico ha giocato a favore del processo secessionista, i tempi potrebbero essere maturi ora non certo nel 1950.
I documenti in lingua slovena poi, voleva essere una battuta, ma nemmeno tanto fantasiosa visto che i titini Trieste l'avevano già occupata.
Non è che il tlt è governato da tre stati, diciamo che il tlt ha fatto da tavolo di trattativa per degli accordi extrafrontalieri, certo che parlare di autonomia proprio quando è appena stata approvata la legge che obbliga l'insegnamento nelle scuole dell'inno di Mameli.........
Il porto se davvero potesse diventare un porto franco costituirebbe una risorsa economica che potrebbe bastare al territorio.

Notte raga e buona ride a chi va domani a scapicollarsi!!!
avatar
ibeatle
Ciclista semi professionista
Ciclista semi professionista

Messaggi : 129
Data d'iscrizione : 07.11.12
Età : 51
Località : lignano sabbiadoro

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da BigEyes il Sab Nov 10, 2012 9:18 am

non so voi ma penso che per ritornare ad avere il nostro porto l'austria farebbe carte false.. lol!

fatto sta in questo periodo di "crisi" forse sarebbe meglio evitare di indipendentizzarsi..
avatar
BigEyes
Cicloprofessionaldrinker
Cicloprofessionaldrinker

Messaggi : 753
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 27
Località : Trieste

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da diabolik il Lun Nov 12, 2012 8:11 am

quindi....?

il movimento TLT potrebbe chiedere all'austria di dichiarare guerra per ottenere trieste ed il suo porto?

@panzer: grazie per aver pubblicato questo interessante argomento! chi di voi ha già la tessera? Wink
avatar
diabolik
Cicloprofessionaldrinker
Cicloprofessionaldrinker

Messaggi : 3511
Data d'iscrizione : 23.01.10
Età : 45
Località : Extreme east coast

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da Shodu il Lun Nov 12, 2012 9:02 am

meglio se dichiariamo noi guerra all'austria e ci arrendiamo subito lol!

_________________
Trovo molto interessante la mia parte intollerante
che mi rende rivoltante tutta questa bella gente
avatar
Shodu
Mod Cazzaballe

Messaggi : 6563
Data d'iscrizione : 24.01.10
Età : 29
Località : Endoor (forest moon)

http://picasaweb.google.com/Shodu87

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da Panzer Division il Lun Nov 12, 2012 10:18 am

o una bella azione False Flag come va tanto di moda oggi Very Happy

cmq a mi va ben tutto, meno che restare sotto il tricolore...
avatar
Panzer Division
Cicloprofessionaldrinker
Cicloprofessionaldrinker

Messaggi : 3166
Data d'iscrizione : 07.07.10
Località : East Coast

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da Shodu il Lun Nov 12, 2012 12:46 pm

occhio che ci sarà una severa politica anti migratoria lol! fatti la cittadinanza prima lol!

_________________
Trovo molto interessante la mia parte intollerante
che mi rende rivoltante tutta questa bella gente
avatar
Shodu
Mod Cazzaballe

Messaggi : 6563
Data d'iscrizione : 24.01.10
Età : 29
Località : Endoor (forest moon)

http://picasaweb.google.com/Shodu87

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da Panzer Division il Lun Nov 12, 2012 1:19 pm

assolutamente.

mia mamma, che è pro TLT che neanche se la bandiera alabardata avesse il dono delle parola , è una sett che mi dice "dovemo veder tutto e scampar oltre confine, dopo de Duin..."

poi poi unan volta in TLT, mi faranno l'esame per avere la cittadinanza?

"signor panzer , si dice sgònico o sgonìco?
strucolo in strassa o in strazza?"
avatar
Panzer Division
Cicloprofessionaldrinker
Cicloprofessionaldrinker

Messaggi : 3166
Data d'iscrizione : 07.07.10
Località : East Coast

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da Edmundo il Lun Nov 12, 2012 8:37 pm

in realtà i ve fregherà perché i farà a posta i discorsi in bisiaco cussì che chi li capissi xe tajà fora... e po con quela cavelada la vadi del brivez!
avatar
Edmundo
Cicloprofessionaldrinker
Cicloprofessionaldrinker

Messaggi : 3051
Data d'iscrizione : 22.02.10
Età : 33
Località : Aquilinia

http://www.youtube.com/user/henchidos

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da BigEyes il Lun Nov 19, 2012 8:11 am

Giusto per informazione pubblico una foto di quanti erano alla manifestazione TS libera.. (non so se si è tenuta sabato o domenica.. )

non sono pochi direi.. afro

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
BigEyes
Cicloprofessionaldrinker
Cicloprofessionaldrinker

Messaggi : 753
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 27
Località : Trieste

Tornare in alto Andare in basso

Re: bikers triestini liberi: Trieste non è italiana

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum